Servizi

I Servizi

Reception h 24, Ristorante, Bar, Quotidiani, Room service, Servizio lavanderia e lavaggio a secco, Internet Wi-Fi, Telefono in camera, Servizio segreteria, Accettazione animali (solo piccola taglia), Cassetta di sicurezza, Deposito Bagagli, Aria condizionata, Frigo Bar, Tv, Servizio transfert porto/aeroporto

I Pagamenti

Carta di credito (Visa – Mastercard – American Express), Bancomat, Postepay, Pay Pal e Bonifico bancario. In hotel si accetta il pagamento in contanti.

Il Ristorante

Ristorante “C’Era Una Volta” aperto a:

Pranzo dalle 12.30 alle 14.30 –

Cena dalle 19.30 alle 22.00

Il Bar

Bar aperto a tutti, dal lunedì al sabato dalle ore 07.00 alle 23.00

”NEW

”La
”Prenota

Gallery

L’ Hotel

Le camere, in tutto 53, sono moderni nidi di comfort e benessere, climatizzate e dotate di telefono diretto, tv color led, frigo bar, asciugacapelli e wi-fi.
Una parte dell’hotel si affaccia su Largo De Gasperi e sull’ingresso della Fonte Nuova, un’altra vanta la vista sulla valle che guarda gli incantevoli monti di Aggius con i suoi tramonti indimenticabili.
Per riunioni di lavoro, meeting, convention e congressi, cene di gala, cerimonie e ricevimenti, il New Petit Hotel è dotato di due sale attrezzate con impianti audio e video.
Per i momenti conviviali invece, c’è la reception-salotto, dove spesso vengono allestite mostre fotografiche e artistiche a dimostrazione del fatto che il New Petit Hotel è aperto anche alla città, città che ama raccontare, attraverso happening ed eventi.

Il ristorante “C’era Una Volta…” del New Petit Hotel, offre una cucina raffinata e originale che attinge dalla tradizione gallurese a base di prodotti genuini.
Grande cura viene posta nella ricerca delle materie prime del territorio e nel rispetto del ritmo della natura.
I menù seguono l’andamento delle stagioni offrendo sempre piatti diversi.
Un pranzo o una cena al “C’era Una Volta…” è un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: gli inediti accostamenti dei sapori, l’attenzione e la cura nella preparazione e nella presentazione del piatto, l’originalità nella descrizione delle portate, tutto concorre a coinvolgere i nostri ospiti e a fare apprezzare la nostra cucina.
Per business lunch, cene di gala, cerimonie e ricevimenti, oltre alle proposte à la carte, c’è la possibilità di concordare il menù direttamente con lo Chef.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Il Territorio

Il New Petit Hotel sorge in posizione strategica nel cuore pulsante del centro storico di Tempio Pausania, ridente cittadina, ricca di storia e di cultura, situata al centro della Gallura su un altopiano a 566 metri s.l.m. sovrastato dal Monte Limbara, incorniciato dai monti di San Giorgio, dalle colline di Curragghja, di Limpas e dai pittoreschi monti di Aggius. Il suolo è composto in prevalenza da rocce granitiche ed è ricchissimo di acque. La campagna intorno alla città, è ricca di vallate, di vigneti e di boschi di sugherete dove predomina l’originaria vegetazione di querce e la macchia mediterranea. Dall’hotel, percorrendo pochissimi passi, circondati dal famoso granito, si possono comodamente raggiungere tutti i monumenti, i siti culturali e naturali più importanti della città e le vie dello shopping.

La città di Tempio, situata su un altipiano granitico a circa 600 mt. sul livello del mare, ai piedi del bellissimo Monte Limbara, conta circa 15.000 abitanti.
Abitata sin da epoche preistoriche, la cittadina sorge sulle rovine di antichi monumenti di età nuragica ed in seguito romana.
Il caratteristico centro storico, formato da palazzetti costruiti esclusivamente in granito, si dirama attorno a Piazza Gallura, dove sorge il Palazzo Municipale (1836) e dove è attualmente riprodotto il tracciato del demolito convento delle Cappuccine (1686).
Dietro l’edificio municipale, sorgono la Cattedrale di San Pietro e le altre chiese minori: l’Oratorio del Rosario proprio di fronte alla facciata della Cattedrale e l’Oratorio di Santa Croce, adiacente alla chiesa maggiore, affacciato su Via Roma (tutte risalenti al XII – XIII sec.).
Altre antiche e deliziose chiesette si trovano sparse per il centro storico come la Chiesa del Purgatorio (1679), la chiesa della Madonna del Pilar (1684), la chiesa di San Francesco con il suo antico convento (1534), il convento degli Scolopi in Piazza del Carmine, sede dell’attuale Biblioteca (1665) ed infine la chiesa di Sant’Antonio (1657) che sorge su un colle a sud-ovest della città.
Nel centro storico si trova una piccola e antichissima casa attribuita all’ultimo “Giudice” di Gallura: Nino Visconti, famoso amico di Dante, da lui cantato nella Divina Commedia.
Poi il Corso Matteotti, sede della passeggiata dei tempiesi, il Parco delle Rimembranze, dove ogni albero ricorda un caduto della 1° Guerra Mondiale, e, ad ovest, in Largo de Gasperi, il Viale della Fonte Nuova, salotto estivo dei tempiesi, dove si possono ammirare le “Cascatelle” e la fontana a zampillo.
Dalla Fonte Nuova, attraverso una passeggiata nel Bosco di San Lorenzo, si arriva alle Fonti di Rinaggiu dove sgorgano le famose e ottime acque diuretiche.
Dalle sommità del Monte Limbara, si possono ammirare a nord, le cime innevate della Corsica a est la costa di Olbia e l’isola di Tavolara, a sud la maestosa la Catena del Gennargentu mentre ad ovest la stessa Tempio Pausania che sorge su di un altipiano con alle spalle Aggius ed i suoi monti.
Nelle campagne attorno alla città troviamo i resti di antiche civiltà preistoriche.
Sulla provinciale Tempio-Palau, a 1 Km dal centro abitato, un altro importante monumento il Nuraghe Majore, recentemente restaurato che unisce in sé le due strutture dette a tholos e a corridoio. Adiacente al sito, un caratteristico punto di ristoro dove si possono degustare i piatti tipici della tradizione gallurese.
Tempio è rinomata anche per gli ottimi vini prodotti sia da privati che dalla celebre Cantina Sociale di Gallura; fra tutti spicca il Moscato di Tempio.
Importantissimo il connubio tra vino e sughero: il materiale naturale dalle mille utilizzazioni, forgiato sotto forma di tappi per le bottiglie dei nostri preziosi vini, per l’artigianato, la moda e l’industria. Questa importante risorsa viene studiata a Tempio Pausania alla Stazione Sperimentale del Sughero, unico ente di tal genere.

La città di Tempio, situata su un altipiano granitico a circa 600 mt. sul livello del mare, ai piedi del bellissimo Monte Limbara, conta circa 15.000 abitanti.
Abitata sin da epoche preistoriche, la cittadina sorge sulle rovine di antichi monumenti di età nuragica ed in seguito romana.
Il caratteristico centro storico, formato da palazzetti costruiti esclusivamente in granito, si dirama attorno a Piazza Gallura, dove sorge il Palazzo Municipale (1836) e dove è attualmente riprodotto il tracciato del demolito convento delle Cappuccine (1686).
Dietro l’edificio municipale, sorgono la Cattedrale di San Pietro e le altre chiese minori: l’Oratorio del Rosario proprio di fronte alla facciata della Cattedrale e l’Oratorio di Santa Croce, adiacente alla chiesa maggiore, affacciato su Via Roma (tutte risalenti al XII – XIII sec.).
Altre antiche e deliziose chiesette si trovano sparse per il centro storico come la Chiesa del Purgatorio (1679), la chiesa della Madonna del Pilar (1684), la chiesa di San Francesco con il suo antico convento (1534), il convento degli Scolopi in Piazza del Carmine, sede dell’attuale Biblioteca (1665) ed infine la chiesa di Sant’Antonio (1657) che sorge su un colle a sud-ovest della città.
Nel centro storico si trova una piccola e antichissima casa attribuita all’ultimo “Giudice” di Gallura: Nino Visconti, famoso amico di Dante, da lui cantato nella Divina Commedia.
Poi il Corso Matteotti, sede della passeggiata dei tempiesi, il Parco delle Rimembranze, dove ogni albero ricorda un caduto della 1° Guerra Mondiale, e, ad ovest, in Largo de Gasperi, il Viale della Fonte Nuova, salotto estivo dei tempiesi, dove si possono ammirare le “Cascatelle” e la fontana a zampillo.
Dalla Fonte Nuova, attraverso una passeggiata nel Bosco di San Lorenzo, si arriva alle Fonti di Rinaggiu dove sgorgano le famose e ottime acque diuretiche.
Dalle sommità del Monte Limbara, si possono ammirare a nord, le cime innevate della Corsica a est la costa di Olbia e l’isola di Tavolara, a sud la maestosa la Catena del Gennargentu mentre ad ovest la stessa Tempio Pausania che sorge su di un altipiano con alle spalle Aggius ed i suoi monti.
Nelle campagne attorno alla città troviamo i resti di antiche civiltà preistoriche.
Sulla provinciale Tempio-Palau, a 1 Km dal centro abitato, un altro importante monumento il Nuraghe Majore, recentemente restaurato che unisce in sé le due strutture dette a tholos e a corridoio. Adiacente al sito, un caratteristico punto di ristoro dove si possono degustare i piatti tipici della tradizione gallurese.
Tempio è rinomata anche per gli ottimi vini prodotti sia da privati che dalla celebre Cantina Sociale di Gallura; fra tutti spicca il Moscato di Tempio.
Importantissimo il connubio tra vino e sughero: il materiale naturale dalle mille utilizzazioni, forgiato sotto forma di tappi per le bottiglie dei nostri preziosi vini, per l’artigianato, la moda e l’industria. Questa importante risorsa viene studiata a Tempio Pausania alla Stazione Sperimentale del Sughero, unico ente di tal genere.